Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Si informa che il MIUR con note prot. n. 27956 del 12.09.2019, nota prot. n. 27984 del 13.09.2019 e nota prot. 28298 del 17.09.2019 ha reso noto la proclamazione degli scioperi nel comparto Istruzione e Ricerca per l’intera giornata del 27 settembre 2019 da parte delle seguenti sigle sindacali:


- SISA - Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente: personale docente, dirigente ed Ata, di ruolo e precario, in Italia e all’estero con adesione della Confederazione LAS (Lavoro Ambiente Solidarietà);
- USI - Unione Sindacale Italiana fondata nel 1912: personale dipendente a tempo indeterminato, determinato e con rapporti e contratti atipici e precari, compresi ex LSU/LPU, docente, non docente del comparto scuola di ogni ordine e grado e dei servizi esternalizzati a terzi soggetti (anche gestiti da Enti locali e amministrazioni regionali, da loro aziende pubbliche o partecipate).
Allo sciopero ha aderito l’USI SURF (per i settori scuola e università);
- COBAS - Comitati di Base della Scuola: personale docente, educativo e Ata delle scuole di ogni ordine e grado, in Italia e all’estero;
- FLC CGIL: personale del comparto istruzione e ricerca e dell’area della dirigenza, docenti universitari e personale della formazione professionale
- Unicobas Scuola: per la scuola ed università (compresi gli insegnanti universitari), per tutto il personale docente ed Ata, di ruolo e non, in Italia e all’estero;
- USB - Unione Sindacale di Base: per tutte le categorie pubbliche e private.
Poiché l’azione di sciopero in questione interessa il servizio pubblico essenziale “istruzione”, di cui all’art.1 della legge n. 146 del 12 giugno 1990 e s.m.i. e alle norme pattizie definite ai sensi dell’art. 2 della medesima legge, il diritto di sciopero va esercitato in osservanza delle regole e delle procedure fissate dalla citata normativa.